visualizzare il contenuto principale

Tirocinio in Caritas

Vuoi fare un tirocinio? Sei minorenne o adulto, alunno o studente universitario? La tua collaborazione è sempre gradita!

Da un periodo di 2 settimane in poi puoi fare un'esperienza unica in uno dei servizi Caritas.  

I compiti e le possibilità sono varie e sotto trovi le varie proposte a disposizione. Siamo felici di accoglierti.

Non vediamo l'ora di sentirti! Compila a questo link il modulo informativo e ci metteremo in contatto con te!

Hai ancora domande? Allora chiamaci 0471 304 335 o scrivici una mail a stage(at)caritas.bz.it.


Ti piacerebbe impegnarti con noi? Hai bisogno di più informazioni? Allora vieni a vedere quali servizi ti aspettano!

 

 

Destinatari: ragazzi dai 16 anni in su

Durata: minimo 2 settimane

Informazioni e iscrizioni: Qui si va al modulo online!

stage(at)caritas.bz.it oppure tel. 0471 304 335

Offerte 16 +

Casa Emmaus offre un ambiente sicuro e protetto per persone affette da malattie infettive. Le persone che ci vivono aiutano nei lavori di giardino, in casa e si occupano delle capre. Il/la tirocinante darà un supporto ai collaboratori nelle attività della casa, condividendo la quotidianità.

Caritas gestisce alcune case per profughi in varie zone dell’Alto Adige. Il/La tirocinante avrà la possibilità di lavorare insieme al team, sostenendolo nelle mansioni quotidiane e nel migliorare la padronanza della lingua tedesca o italiana nei profughi.

Potrà svolgere di tanto in tanto lavori d’ufficio. Insieme con l’equipe sarà possibile progettare un’attività specifica da fare con gli accolti in base anche alle competenze/qualità/talento del tirocinante. Laddove invece sono presenti famiglie con bambini verrà coinvolto in attività come babysitting e altro.

ll servizio Domus di emergenza abitativa raccoglie sotto di se Casa Freinademetz, Domus Caldaro e Bressanone e lo Sportello “Rcerca casa e lavoro”.

Casa Freinademetz è una struttura di emergenza abitativa ad alta autonomia che garantisce un alloggio a 47 persone, siano esse uomini, donne o famiglie. Domus Caldaro e Bressanone sono due piccoli condomini con una decina di appartamenti ciascuno specifici per famiglie in stato di bisogno. Lo Sportello di ricerca casa e lavoro è il nucleo di Domus ed accompagna tutti gli utenti del servizio nella ricerca di una soluzione abitativa autonoma.

Tutti gli utenti del servizio Domus concordano con gli operatori Caritas una serie di azioni che mirano ad aumentare l’autonomia delle persone stesse. I tirocinanti accompagnano gli operatori durante il loro lavoro attraverso vari compiti e vengono coinvolti nella costruzione di una relazione d’aiuto positiva.

Casa Margaret è una struttura residenziale per donne senza dimora. Nella struttura ci sono 18 posti letti divisi in 9 stanze con bagno privato. Alle signore viene offerta la colazione, merenda, pranzo e cena. È una struttura che lavora per progetti il cui fine ultimo è reinserimento sociale attraverso lo sviluppo dell’autonomia. 

La tirocinante affianca gli operatori nel lavoro quotidiano per quanto riguarda le mansioni di segretariato, aiuto nella gestione dei momenti dei pasti, lavatrici delle ospiti della struttura, docce e lavatrici delle ospiti esterne. Inoltre potrà fare degli accompagnamenti e proporre delle attività per le ospiti. Cosa più importante avrà la possibilità di condividere la quotidianità ed entrare in relazione con le ospiti della struttura. 

Il servizio Odòs è una struttura residenziale che accoglie persone sottoposte a limitazioni della libertà personale e si occupa di strutturare percorsi accompagnati di reinserimento sociale sul territorio.

Il tirocinante accompagna il personale e la persona sottoposta a misure limitative della libertà personale nel soddisfacimento di alcune attività proposte nel corso degli anni: corso di yoga, arte terapia e lavorazione del legno, attività di potenziamento della lingua italiana, corsi di tedesco e molti altri. Inoltre assiste anche il personale nell’accompagnare il detenuto, per la durata del permesso premio, all'esterno del carcere.

Nel pieno rispetto della diversità culturale, etnica e religiosa delle popolazioni beneficiarie degli interventi di aiuto, le attività dell’Ufficio Mondilaità hanno l’obiettivo di ripristinare (post-catastrofe) e migliorare le condizioni socio-economiche dei Paesi poveri o colpiti da catastrofi e guerre, garantire la qualità della vita e la dignità umana delle popolazioni, affermare la giustizia e garantire diritti fondamentali quali acqua, cibo, sanità, istruzione, casa e lavoro, uguaglianza e parità di genere.

Caritas predilige una presenza e uno stile di lavoro che rendono il partner locale protagonista del proprio sviluppo per creare le condizioni necessarie a una futura auto-sostenibilità dei progetti. Il volontario può aiutare in alcune attività di preparazione di documentazione e di materiale fotografico come anche nella preparazione di azioni ed eventi rivolti alla cittadinanza, nelle parrocchie, nelle scuole, nei centri di aggregazione.

Guerre civili, distruzione, persecuzioni, miseria e fame: sono alcune delle cause che ogni anno, nel mondo, costringono milioni di persone a lasciare le loro case. Cercano protezione e la Consulenza Profughi li accoglie.

Nel servizio di Consulenza Profughi offriamo un sostegno alle persone indipendentemente dalla loro provenienza, religione, opinione politica, appartenenza etnica o sociale. In primo luogo cerchiamo soluzioni per i bisogni primari come l’alloggio, il vitto, il vestiario e l’assistenza medica.

Affianchiamo i profughi nella richiesta di asilo politico e ci assicuriamo che ricevano un trattamento equo. I profughi vengono sostenuti nel loro sforzo d’integrazione nella società altoatesina, affinché abbiano la possibilità di costruirsi un futuro senza persecuzioni, violenze, paura.

Il servizio di Consulenza per migranti Moca offre ai cittadini immigrati un sostegno nell’orientamento sul territorio altoatesino. Operatrici qualificate aiutano nella ricerca di un lavoro e di un alloggio.

Il servizio di consulenza supporta i cittadini stranieri nell’elaborazione di pratiche burocratiche e, a seconda delle necessità, anche nella ricerca di corsi di lingua e tirocini, nella realizzazione di curricula, e nella preparazione a colloqui di lavoro. Rispondiamo alle domande riguardo ai permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, cittadinanza e rimpatri assistiti.

Il servizio partecipa attivamente ad una serie di iniziative a favore dell’integrazione, come il progetto di “allena lettura” per bambini con background migratorio, il corso di orientamento per badanti oppure l’orto interculturale.

Migrantes raggruppa diverse tipologie di servizi rivolti al sostegno delle persone e delle famiglie immigrate. A Migrantes offriamo un servizio di consulenza che aiuta i migranti a superare quegli ostacoli - culturali ed organizzativi - che ne ostacolano il pieno accesso ai servizi territoriali sociali, sanitari e amministrativi.

Oltre all’orientamento, a Migrantes, disponiamo anche di possibilità concrete di accoglienza. Si tratta di 60 posti per lavoratori, che possono risiedere fino ad un massimo di tre anni nella “Casa albergo”, in attesa di passare a una soluzione abitativa indipendente. Nell’ostello notturno invece mettiamo 20 posti per 30 giorni l’anno a disposizione di quelle persone che sono momentaneamente sprovviste di un alloggio.

Per rispondere alle esigenze di famiglie in emergenza sociale (come per esempio uno sfratto), possiamo dare alloggio temporaneo a 5 famiglie presenti sul territorio.

L’assistenza domiciliare aiuta a gestire l’assistenza quotidiana, solitamente curata in casa dai famigliari, per mezzo di consulenze e offerte di sostegno mirate che alleggeriscono il carico di lavoro.

Il servizio di Assistenza domiciliare della Caritas propone servizi qualificati di assistenza e cura come: la “Consegna pasti a domicilio”, il „Servizio di lavaggio biancheria“, sostegno all’igiene personale, trasporto, accompagnamento, aiuto domestico e assistenza familiare.

Nell’ambito del progetto “Crescere insieme”, inoltre seguiamo bambini e giovani diversamente abili nei pomeriggi e durante i fine settimana. Con il progetto "Mosaic" offriamo sostegno e accompagnamento a bambini e giovani affetti da autismo.

youngCaritas

youngCaritas vuole essere un ponte tra i giovani e la Caritas, ma anche un legame tra i giovani stessi. Il senso è quello di offrire ai giovani una serie di spazi per orientarsi e fare esperienza, perché facciano proprie nuove competenze e sviluppino la propria personalità. youngCaritas coinvolge i giovani in ambito sociale e cerca di sensibilizzarli attraverso diversi progetti che si occupano di tematiche sociali, sostenibilità e abitudini di consumo.

Offerte 18 +

Casa Jona è la struttura per l’accoglienza temporanea di persone senza tetto e senza dimora. Casa Jona si rivolge a quanti, per le più diverse ragioni, hanno perso l’alloggio, e si trovano in una situazione di bisogno abitativo urgente.

L’obiettivo del lavoro svolto nel servizio è la promozione, la riscoperta e lo sviluppo delle capacità personali di ognuno. Durante il soggiorno a Casa Jona, gli ospiti vengono aiutati soprattutto a recuperare la loro capacità di vivere in autonomia. Questo avviene in stretta collaborazione con la rete di servizi del territorio. Casa Jona offre agli ospiti unità abitative indipendenti o in condivisione. In totale, nella struttura possono trovare accoglienza 25 persone senza dimora o senza tetto.

Le persone che soffrono di disturbi psichici non hanno vita facile: hanno bisogno d’aiuto per gestire la quotidianità e strutturare la giornata è un compito importante da affrontare.

La routine delle persone al Centro diurno è precisa: fanno colazione, cucinano, pranzano e sparecchiano insieme. Secondo gli interessi, gli ospiti possono eseguire lavori di bricolage, dipingere, fare musica d’insieme, leggere i giornali o giocare a carte. Inoltre i collaboratori organizzano con essi le attività del giorno, della settimana e del mese: gite, feste, visite ai musei o in piscina. Il tirocinante accompagna il personale durante il loro lavoro e aiuta in vari compiti.

Binario 7 è un drop-in, cioè un punto di contatto e di aiuto per persone con problemi di dipendenza. Il sostegno che offriamo ai nostri ospiti intende circoscrivere i rischi derivanti dal consumo di sostanze psicoattive illegali e limitare i danni psico-fisici.

Operiamo secondo il concetto della riduzione del danno e dell’aiuto alla sopravvivenza. Il nostro obiettivo è limitare i rischi psico-fisici dei consumatori attivi.

Al B7 lavoriamo per riattivare i contatti umani e le competenze sociali di chi si rivolge al servizio. Le attività che organizziamo hanno l’obiettivo di aiutarli a (ri)scoprire le sue capacità. Li sosteniamo nella ricerca di una struttura terapeutica e/o di possibilità di lavoro o alloggio. Se necessario, prenotiamo anche visite mediche.

Per la maggior parte delle persone sieropositive, convivere con il virus è un costante e faticoso esercizio di equilibrismo. Esse cercano di condurre una vita all’apparenza “normale”, continuando a lavorare, occupandosi della loro famiglia e incontrandosi con gli amici.

Le persone affette da Aids e sieropositive ricevono sostegno e compagnia dai volontari dell’Iris: vengono accettate per quello che sono, non sono costrette a mascherarsi, possono parlare e discutere apertamente dei loro problemi e bisogni. Il servizio offre sedute di psicoterapia e musicoterapia, di massaggio shiatsu e di meditazione. Lo spazio è a disposizione anche per chi è semplicemente alla ricerca di un luogo dove trovare un po’ di tranquillità, dove è possibile parlare con altre persone e bere un caffè o un tè in un ambiente protetto. Se richiesto, i volontari visitano le persone sieropositive e malate d’Aids anche a domicilio o all’ospedale di Bolzano.

I tirocinanti sostengono il lavoro in base alle necessità.

Il Centro per la Pace nasce per favorire lo sviluppo della cultura della pace, dei diritti umani e della non-violenza sul territorio del Comune di Bolzano.

Creato nel 2002 è stato dato in gestione alla Caritas nel 2018.

Il tirocinante sarà impegnato nelle attività di sostegno dell’equipe durante l’organizzazione e la conduzione degli eventi; nella gestione della comunicazione con le associazioni che collaborano con il Centro e con i relatori nazionali e internazionali invitati a prendere parte alle iniziative; nella redazione di comunicati stampa e testi informativi per le iniziative e nella gestione dei profili social e del sito del Centro per la Pace.


Condividi con i tuoi amici